Guppo Africa Grand Baobab Onlus

Guppo Africa Grand Baobab Onlus

Sede/indirizzo:

  • Via Gussago,2 loc. Padergnone
    Rodengo Saiano (BS)

Contatti:

Organi:

  • Presidente: Don Duilio Lazzari
  • Vicepresidente: Pasini Elisa
  • Segretario: Pasini Laura
  • Referenti: Sigg. Mensi Donato, Ferrari Alessandro

Informazioni:

  • Anno di Fondazione: 24.3.2012 dopo  un'esperienza decennale
  • Iniziative e Attività:  L’Associazione a mero titolo esemplificativo sulla base di partenariato fatto di conoscenza, rispetto e fiducia si propone di:
    • Favorire il contatto diretto con i Giovani italiani con l’esperienza Africana e il mondo giovanile africano.
    • Promuovere e sostenere lo sviluppo culturale, sociale, civile ed economico delle comunità locali su base sostenibile e in un'ottica di reciproco scambio.
  • Finalità o Attività: Il Gruppo Africa è una giovane Associazione che non ha scopo di lucro persegue finalità di sviluppo della solidarietà sociale in terra africana, esercitando la propria attività di volontariato a sostegno e in aiuto di persone che trae origine dal rapporto di amicizia e di solidarietà che da una decina di anni ci lega alla Comunità della Diocesi di San nel Mali in terra d’Africa occidentale in un contesto di povertà generale. La chiesa locale di San in collaborazione con le autorità civili si caratterizza per il forte impegno allo sviluppo dell’educazione, dell'economia e della sanità. Una chiesa completamente locale che si caratterizza rispetto ad altre esperienze di presenza in terra missionaria, qui tutti i sacerdoti e i religiosi, il Vescovo stesso Mons. Jean Gabriel Diarrà sono tutti africani, ricchi della sua storia e  tradizioni, partecipi della  sua povertà ed della sua voglia di riscatto. La dove i colori dei vestiti delle donne sono bellissimi ma che non nascondono la povertà nella miseria di tutti i giorni perché come il carbone non cambia colore quando si lava anche la povertà abbellita dai colori più smaglianti rimane sempre povertà. In questo decennio c'è stata la scoperta di una comunità capace di una progettazione pastorale, precisa, organizzata ed efficace, che supera la precarietà dell’improvvisazione e che non cade nella tentazione di abbandonarsi all’assistenzialismo o al paternalismo. Loro ci hanno insegnato che la missionarietà non è questione di raccogliere offerte e distribuirle qua e là, ma è coltivare i rapporti di scambio reciproco. Dopo alcuni anni dove i giovani della Parrocchia di Odolo andavano in quella terra per incontrare e stare in mezzo alla gente, dove gli adulti che sono inizialmente andati non tanto per fare ma per ascoltare, guardare e sentire, ebbene negli anni successivi si sono rimboccati le maniche per la realizzazione di attività sociali, iniziative e di importanti progetti.
  • Storia:
  • Statuto: collegati qui
  • Progetti: CENTRO GIOVANILE inaugurato il 2 gennaio 2001 situato nel cuore della città di San destinato ai giovani di tutta la diocesi, cattolici e non. Oltre ad essere la base per la formazione attraverso corsi di dopo scuola per gli studenti delle elementari, medie e superiori. Per poi arrivare al sostegno e realizzazione di: PROGETTI LOCALI di SVILUPPO comunitario nel settore dell’assistenza socio-sanitaria, dell'agricoltura e delle altre attività generatrici di reddito quali il micro – credito e il commercio di prodotti locali. E' stata possibile l'apertura di  una SCUOLA di CUCITO a Soukoura, la messa in opera dell'MPIANTO di IRRIGAZIONE a Yasso, la spedizione del CONTAINER con le campane per la chiesa di Mandiakuy e gli aiuti SOS CARESTIA per il centro nutrizionale a San. Per non dimenticare la ADOZIONI a DISTANZA,  il  sostegno ai GIOVANI MUSICISTI di Zeniwé e gli aiuti per la costruzione della CHIESA di RADIO PARANÀ. Ora è in costruzione unìOSPEDALE. In questo contesto tra molti minareti e pochi campanili per giunta quasi tutti senza campane girano ntorno tanti bambini che come in tutto il mondo sono allegri e spensierati, sono quelli che sono riusciti a sopravvivere perché anche da quelle parti alta è le mortalità infantile. La malaria le malattie respiratorie, la diarrea il morbillo la fanno da padroni contro un inadeguato piccolo dispensario per tutti, immerso nella città assolutamente inadeguato rispetto al numero degli ammalati che accorrono ogni giorno e non sono assolutamente strutturati per un ricovero e la cura di pazienti con patologie gravi e meno gravi che siano. Da qui la necessità di realizzare un CENTRO di SALUTE insomma un Ospedale che possa garantire cure adeguate e un servizio di ospedalizzazione per patologie più gravi i cui lavori sono già iniziati nel Maggio 2014.
  • Modalità d'iscrizione: Sono aderenti dellìAssociazione tutte le persone fisiche o giuridiche che condividono le finalità dellìAssociazione. Chi intende aderire all'Associazione deve rivolgere espressa domanda al Presidente inviandola al recapito della sede associativa.
     

 

Numero di voti: 127
Puoi esprimere con un voto da 1 a 5 il tuo gradimento per queste informazioni.